Perché l'intelligenza artificiale funziona

Perché l'intelligenza artificiale funziona
iGenius
10 dicembre 2019
-
4
minuti da leggere

Analytics e AI stanno cambiando il business.

Molte aziende non riescono a trovare le competenze e le risorse giuste per mettere in ordine le proprie analisi.

Preparare i dati in modo corretto e configurarli in modo che chiunque in un'azienda possa utilizzarli per prendere decisioni migliori.

È necessario prendere decisioni difficili. Qual è l'architettura Big Data più appropriata? Come progettare le pipeline ETL (extract, transform, load)? Qual è il miglior strumento di dashboard per mostrare tutto questo agli utenti finali?

Questo porta a un complesso ecosistema di strumenti, o quello che Manuela Detomaso, Data Scientist di iGenius, definisce "un crogiolo di software che può essere utilizzato solo da un piccolo team di esperti".

"L'analisi dei dati diventa un dominio elitario, con bassi livelli di coinvolgimento degli utenti e di consapevolezza dei dati aziendali", ha aggiunto Manuela.

E se si potessero evitare tutte queste complicazioni e chiedere semplicemente ciò che si sta cercando? Avrete il vostro analista di dati virtuale.

Questo è ciò che offre un consulente AI: un'interfaccia conversazionale in cui i dati vengono elaborati automaticamente, visualizzati in modo semplice e analizzati dall'AI per fornire approfondimenti specifici sul contesto, proprio come un collega in più.

Ecco come funziona.

Semplifica l'elaborazione dei dati

Ci sono molti aspetti da considerare quando si costruisce un'infrastruttura di analisi dei dati, come ad esempio:

  • Come collegare le tue fonti di dati
  • Se spostare le sorgenti nel cloud
  • Quale tipo di informazione deve essere selezionata
  • Quali sono i grafici migliori per visualizzare le analisi?
  • Se il flusso di lavoro dell'analisi deve essere definito tramite la codifica o con un software proprietario

Tutte queste decisioni sono "schiaccianti", ha detto Manuela, "e possono allontanarci dal nostro obiettivo principale di ottenere informazioni significative dai nostri dati".

Un consulente AI "toglie all'utente il peso di questa complessità" e la semplifica con l'automazione.

Manuela paragona l'intero processo all'acquisto di un'auto.

"Immaginiamo che vogliate usare un'automobile. Potreste non avere idea di come il carburante venga bruciato e trasformato in energia, né di come funzionino i freni o di come il telaio dell'auto sia collegato alle sospensioni e alle ruote. Volete solo quello che un'auto può offrire: un servizio di viaggio piacevole. Perché dovrebbe essere diverso quando si tratta di dati?".

La semplicità è il fulcro di un consulente AI. Si fa carico dei complicati processi preparatori e rende più accessibili i benefici reali dei dati, in tempi più brevi. Questo "assicura un viaggio straordinario nel vostro mondo dei dati", ha detto Manuela.

Una volta impostata l'infrastruttura di analisi, l'intelligenza artificiale offre una serie di funzioni per aiutarvi a ottenere ancora di più dai vostri dati.

Fa un passo in più

Tutta l'automazione consente a un consulente AI di rispondere a un'ampia gamma di domande con una semplice interfaccia conversazionale. Ma come si fa ad andare oltre?

🧠 Grafico della conoscenza aziendale

È il cervello dietro l'intelligenza artificiale. Organizza i dati grezzi di un'azienda e, grazie agli algoritmi di Machine Learning, crea collegamenti significativi tra più fonti di dati in base al contesto. Ciò contribuisce a rendere ogni risposta accurata, pertinente e personalizzata. Ecco ulteriori informazioni su come funziona:

Notifiche proattive intelligenti

Non solo un consulente AI è in grado di monitorare costantemente i dati, rilevare cambiamenti importanti e comunicarli all'utente, ma i suoi algoritmi sono in grado di imparare dalle abitudini dell'utente e di avvisarlo al momento più opportuno. Un po' come il nostro consulente AI, il talento Proactive Notification & Alerting di Crystal.

💪 A rricchimento della risposta

L'obiettivo di un consulente AI è creare un'"autentica esperienza di conversazione". È qui che "l'automazione interviene per comprendere e fornire risposte arricchite, al di là di ciò che è stato esattamente richiesto, in modo che un dato specifico possa essere contestualizzato con una serie di informazioni correlate", ha spiegato Manuela.

Supponiamo di essere un responsabile delle vendite e di chiedere al consulente un riepilogo delle vendite del mese scorso. Il consulente AI potrebbe abbinare alla risposta un aggiornamento sulle previsioni di calo delle vendite per il mese prossimo. Vi fornisce le informazioni di cui avete bisogno, prima che sappiate di averne bisogno. Proprio come farebbe un vero collega.

💡 Scoperta di informazioni

È simile all'arricchimento delle risposte, ma si basa sulle visualizzazioni. Come spiega Manuela, "Forse chiedete una suddivisione delle vendite per Paese. L'Insight discovery lo esplorerebbe in diverse dimensioni e visualizzerebbe altri aspetti dell'argomento senza che voi lo chiediate direttamente. Potrebbe quindi offrire un grafico sulle vendite annuali o sulla dinamica delle vendite per sottoregione".

Tutto questo contribuisce a fornire un quadro completo dei vostri dati, in modi a cui potreste non pensare subito. Ma un consulente AI lo farà.

📈 Previsioni self-service

È semplice caricare un consulente AI con modelli di previsione precostituiti. Ma gli algoritmi possono fare un ulteriore passo avanti, imparando dai dati e generandone di propri nel tempo. Ciò significa che individuerà gli schemi, farà le proprie previsioni in base alle vostre esigenze e diventerà più intelligente man mano che lo userete.

❗️Smart Avvisi di allerta

Oltre alla possibilità per l'utente di impostare avvisi personalizzati, un consulente AI può "generare avvisi in base a valori soglia forniti o anche automaticamente", ha detto Manuela.

Gli algoritmi avanzati possono "individuare eventi insoliti e avvisare gli utenti", in modo che non si perdano mai nulla. Come nel caso delle previsioni self-service, ciò deriva dalla capacità dell'intelligenza artificiale di crescere nel tempo e di adattarsi al ruolo e al contesto specifico dell'utente.

💬 Raccomandatore

Invece di aggiungere informazioni alle risposte (come nel caso dell'arricchimento delle risposte), il sistema Recommender utilizza la sua formazione alla conversazione per "generare suggerimenti automatici di domande che l'utente potrebbe voler porre successivamente". Si tratta di un'altra caratteristica trattata inContext-Driven Response talent.

Analitica aumentata

Dalla preparazione dei dati alla visualizzazione e altro ancora, l'analitica alimentata dall'AI - o Augmented Analytics - può "democratizzare l'accesso alla conoscenza derivante dai dati", ha affermato Manuela.

Questa è, dopo tutto, la sua "primissima missione". Una missione che consiste nel "fornire contenuti semplici, ricchi e approfonditi che consentano a chiunque di prendere decisioni migliori, rendendo le loro vite più semplici e guidate dai dati".

Condividi questo post

Don't Search.
Ask.

Dati chiari in tempo reale, sempre.
ESPLORA CRYSTAL

Puoi fornirmi i costi totali di produzione nel tempo?

Mostrami i dati di vendita dal 1° al 2° trimestre di Diana Reuters.

Mostrami la classifica degli agenti in base alle vendite.

Avvisami se ci sono cambiamenti nella classifica dei prodotti.